Gurdjieff Writing at the Cafe de la Paix

Libri di Gurdjief

Elenco e descrizioni dei libri scritti da George Gurdjieff e dai suoi studenti

Libri di Gurdjieff

Elenco e descrizioni dei libri scritti da George Gurdjieff e dai suoi studenti

Resta Informato

Libri sull’insegnamento di Gurdjieff

La carriera di Gurdjieff è stata varia. Quando iniziò a insegnare in Russia nel 1912, insegnò attraverso conferenze e discussioni. Un decennio dopo, spostò la sua attenzione sulla creazione dello Chateau Prieuré a scapito delle lezioni formali, insegnando attraverso il lavoro di sviluppo dello Chateau. Quando lo Chateau fu sciolto, Gurdjieff tornò all’insegnamento formale, questa volta attraverso la scrittura, anche se il carattere della sua esposizione era molto diverso dalle lezioni russe originali.

I libri elencati di seguito coprono queste diverse fasi. Alcuni trasmettono le teorie e i metodi di Gurdjieff, altri la sua vita e altri ancora i suoi obiettivi e le sue ambizioni. Il numero di opere è considerevole. Molti sono difficili da leggere. I nuovi arrivati alla Quarta Via dovrebbero considerare ciò che stanno cercando e concentrare la loro lettura di conseguenza. L’elenco qui sotto aiuterà questo sforzo.

Libri sull’insegnamento e i metodi di George Gurdjieff

Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto

Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto è in cima alla lista dei libri di Gurdjieff anche se non è stato scritto direttamente dallo stesso Gurdjieff, senza di esso, l’insegnamento di Gurdjieff sarebbe probabilmente scomparso nell’oscurità. È grazie al racconto di Peter Ouspensky sulla ricerca dei sentieri miracolosi e incrociati con Gurdjieff in Russia, che le teorie e i metodi più potenti di Gurdjieff sono sopravvissuti fino ad oggi. Il libro è stato pubblicato postumo, dopo che il suo manoscritto era stato recensito e elogiato da Gurdjieff, curando in qualche modo la spaccatura decennale tra di loro. Ad oggi, Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto è la porta più venduta negli insegnamenti pratici, teorici e filosofici di Gurdjieff. Maggiori informazioni su questo libro qui: Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto

Ouspensky in search of the miraculous

Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto

Ouspensky in search of the miraculous

Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto

Gurdjieff views from the real world

Vedute sul Mondo Reale, di George Gurdjieff

Vedute sul mondo reale

Una serie di saggi sulle idee di Gurdjieff dalle discussioni a Mosca, Essentuki, Tbilisi, Berlino, Londra, Parigi, New York e Chicago. Il libro include un saggio intitolato Bagliori di Verità, il resoconto di un allievo di una visita a Gurdjieff prima della rivoluzione russa. Questo saggio è stato occasionalmente letto a Mosca come introduzione per le persone che hanno incontrato Gurdjieff per la prima volta. A parte questo saggio, la maggior parte delle idee in questo libro sono trattate più a fondo in Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto di Ouspensky. Tuttavia, come sempre accade quando persone diverse raccontano eventi simili, ci sono punti di vista unici in questo libro che possono essere utili per i lettori che affrontano idee di base.

Gurdjieff views from the real world

Vedute sul Mondo Reale, di George Gurdjieff

I Racconti di Belzebù a suo Nipote

Questo voluminoso libro è stato intrapreso dopo che Gurdjieff ha sciolto il suo istituto, quando si è reso conto che doveva riconsiderare le sue aspettative su come portare il suo insegnamento in Occidente. I Racconti di Belzebù a suo Nipote doveva essere il primo di una serie triplice, ognuna volta a generare un effetto specifico sui suoi lettori. L’effetto di Belzebù è stato quello di “distruggere, senza pietà e senza alcun compromesso, nella menzione e nei sentimenti del lettore, le credenze e le opinioni, per secoli radicate in lui, su tutto ciò che esiste nel mondo”. Di conseguenza, è stato scritto in uno stile oscuro e lungo, deliberatamente.

In contrasto con il carattere chiaro ed espositivo dei due libri summenzionati, Belzebù ritorna alla forma del mito. Gurdjieff riscrive la storia dell’umanità da un punto di vista esoterico, spiegando come gli esseri umani degenerarono nella condizione degli esseri addormentati e come, in ogni epoca, gli individui illuminati lavorassero per risvegliarli. Presumibilmente, tutte le sue idee teoriche, precedentemente espresse letteralmente, sono furiamente codificate in questa intricata tela. Oggi è discutibile se il libro sia stato all’altezza delle speranze di Gurdjieff, anche se sembra aver servito uno scopo importante nell’ultimo periodo della sua carriera di insegnante.

Beelzebub's Tales to His Grandson

I Racconti di Belzebù a suo Nipote, di George Gurdjieff

Beelzebub's Tales to His Grandson

I Racconti di Belzebù a suo Nipote, di George Gurdjieff

The Reality of Being

La Realtà dell’Essere, di Jeanne de Salzmann

La realtà dell’essere

Jeanne de Salzmann incontrò Gurdjieff nel 1919 e rimase sua seguace fino alla fine della sua vita nel 1949. Gurdjieff le affidò i diritti delle sue opere letterarie e degli esercizi di danza. Durante i successivi quarant’anni, De Salzmann supervisionò la pubblicazione dei suoi libri, conservò e insegnò i suoi movimenti e istituì centri per praticare il suo insegnamento nelle principali città di tutto il mondo. Nel corso di questi decenni, ha preso appunti delle sue riflessioni sull’opera, che sono state compilate e modificate in un libro dalla sua famiglia e dai suoi seguaci.

The Reality of Being

La Realtà dell’Essere, di Jeanne de Salzmann

Per capire il contesto dei libri di Gurdjieff guarda Seeker of Truth:

George Gurdjieff

Parte I:
Gurdjieff

Gurdjieff on the Three Brains

Parte II: Insegnamento

Gurdjieff on the Three Brains

Parte III: 
Scuola

Gurdjieff on the Three Brains

Parte IV: 
Iniziazione

Esotericism shown in a Tibetan Mandala

Parte V: 
Quarta Via

Libri sulla vita di Gurdjieff

In modo biografico, la carriera di Gurdjieff può essere divisa in due: il periodo della ricerca della verità e il periodo dell’insegnamento. L’intuizione più autentica del primo periodo proviene dal libro di Gurdjieff, Incontri con Uomini Straordinari. Quindi, è elencato di seguito per primo. Ci sono stati tentativi da parte di alcuni studenti di Gurdjieff di tracciare le fonti del suo insegnamento, sia attraverso briciole di informazioni fornite casualmente da lui, sia attraverso il discernimento delle possibili origini delle sue idee, o attraverso discussioni con i suoi parenti. Il tentativo più degno di nota è elencato di seguito.

Per quanto riguarda il secondo periodo di insegnamento, Gurdjieff ha lasciato un forte impatto su molte persone che alla fine hanno compilato le loro impressioni ed esperienze in libri, spesso nell’ultima parte della loro vita, dopo la morte di Gurdjieff. La maggior parte di questi si concentra sul vivere e lavorare con lui, piuttosto che sulla conoscenza che ha insegnato. Gli account degni di nota sono elencati di seguito.

Libri sulla fase di ricerca di George Gurdjieff

Gurdjieff-meetings-with-remarkable-men

Incontri con Uomini Straordinari, di George Gurdjieff

Incontri con Uomini Straordinari

Questo libro è presumibilmente autobiografico. Si estende sulla storia della vita di Gurdjieff prima che iniziasse a insegnare, dedicando ciascuno dei suoi dieci capitoli a una persona che ha influenzato Gurdjieff nei suoi anni formativi. È certo che Gurdjieff ha scritto questo libro. È discutibile se gli eventi siano avvenuti nel modo in cui li ha scritti. John Bennett afferma che alcune delle persone “influenti” in questo libro sono metaforiche e pseudonimi, destinate a trasmettere vari principi alla base della ricerca della verità. È qui, in Incontri con Uomini Straordinari, che apprendiamo dell’inafferrabile Confraternita di Sarmoung, la cui scoperta conclude la lunga ricerca della verità di Gurdjieff. In nessun altro posto, tuttavia, Gurdjieff menziona “Sarmoung”, né lo troviamo in nessun’altra fonte di letteratura. Detto questo, è ragionevole presumere che molti dei dettagli dietro le descrizioni di Gurdjieff della sua infanzia siano veri, e quindi attraverso questo libro il lettore ottiene un’immagine utile dell’ambiente del vecchio mondo in cui è cresciuto.

Gurdjieff-meetings-with-remarkable-men

Incontri con Uomini Straordinari, di George Gurdjieff

Gurdjieff – Creare un Nuovo Mondo

John G. Bennett servì come ufficiale dell’intelligence britannica di stanza nelle regioni dell’Asia centrale in cui Gurdjieff era cresciuto e aveva raccolto conoscenze. Dopo la morte di Gurdjieff, Bennett ha intrapreso il compito di mettere insieme gli indizi alle sue fonti. Ha viaggiato per visitare molti dei luoghi menzionati nei libri di Gurdjieff come depositanti della conoscenza antica. Gurdjieff – Creare un Nuovo Mondo presenta un risultato straordinariamente metodico. Bennett cita anche esperienze di vita nello Chateau Prieuré che non possono essere lette altrove. Tuttavia, il libro è scritto sul presupposto che il suo lettore abbia già familiarità con Incontri con Uomini Straordinari, I Racconti di Belzebù a suo Nipote e Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto, quindi è meglio leggere questo libro dopo quelli sopra menzionati.

Bennett Gurdjieff making a new world

Gurdjieff – Creare un Nuovo Mondo, di John Bennett

Bennett Gurdjieff making a new world

Gurdjieff – Creare un Nuovo Mondo, di John Bennett

Gurdjieff life is only real then when I am

La Vita è Reale solo quando lo Sono, di George Gurdjieff

La Vita è Reale solo quando lo Sono

In questo libro, Gurdjieff condivide insolitamente un capitolo fondamentale nel suo sviluppo personale. Nel 1902, mentre era in convalescenza dopo essere stato colpito da un proiettile vagante, Gurdjieff irrompe in un soliloquio di autoesame che esplora i suoi tentativi di applicare ciò che aveva imparato finora. È profondamente deluso. Immerso nell’autocritica, trova una svolta, che (siamo portati a capire) gli permette di colmare questa impasse e raggiungere un nuovo e permanente cambiamento interiore. La Vita è Reale solo quando lo Sono è stato pubblicato prematuramente. Il suo ultimo capitolo intitolato Il Mondo Interiore e Esteriore dell’Uomo è stato lasciato incompleto.

Gurdjieff life is only real then when I am

La Vita è Reale solo quando lo Sono, di George Gurdjieff

Libri sulla fase di insegnamento di Gurdjieff

La Nostra Vita Con Il Signor Gurdjieff

Olga e Thomas de Hartmann incontrarono Gurdjieff in Russia nel 1916. Divennero due dei suoi studenti più devoti e lo seguirono attraverso il periodo turbolento della rivoluzione russa fino a stabilirsi in Francia. Le loro memorie La Nostra Vita con il Signor Gurdjieff apre una finestra unica in molti episodi importanti della carriera di insegnante di Gurdjieff, a partire dal notevole viaggio attraverso il Caucaso durante la guerra civile, istituendo per la prima volta l’Istituto per lo Sviluppo Armonico dell’Uomo, le sue varie reiterazioni e il suo luogo di riposo finale nello Chateau Prieuré. Questo libro si sofferma sulla vita di Gurdjieff mentre pone il suo insegnamento formale sullo sfondo. È un perfetto contrasto e un complimento per Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto di Ouspensky, che fa il contrario.

Our Life With Mr Gurdjieff

La Nostra Vita Con Il Signor Gurdjieff di Olga e Thomas de Hartmann

Our Life With Mr Gurdjieff

La Nostra Vita Con Il Signor Gurdjieff di Olga e Thomas de Hartmann

Witness

Testimone, di John Bennett

Testimone

Testimone non riguarda esclusivamente Gurdjieff. John Bennett lo trasmette sostenendo che “Una parte essenziale del dovere dell’uomo sulla terra è testimoniare la verità come gli è stata rivelata”. Il libro è il tentativo di Bennett di adempiere a questo dovere. Poiché Gurdjieff ha svolto un ruolo chiave nella ricerca di Bennett, alcuni capitoli sono dedicati a Gurdjieff: Gurdjieff e Ouspensky, Con Gurdjieff a Fontainebleau, Mr. e Madame Ouspensky, Il ritorno da Gurdjieff e In ognuno di questi, Bennett racconta eventi e conversazioni di interesse per il lettore desideroso di saperne di più su George Gurdjieff, il suo insegnamento e le circostanze in cui ha insegnato.

Witness

Testimone, di John Bennett

Insegnamenti di Gurdjieff: il diario di un allievo

Charles Nott incontrò George Gurdjieff nel 1924, durante la prima visita di quest’ultimo in America. Nott fu affascinato dalla performance dei movimenti di Gurdjieff, e le sue successive interazioni con Gurdjieff e i suoi seguaci lo convinsero a diventare allievo. Il libro Insegnamenti di Gurdjieff: il diario di un allievo documenta la ricerca della verità di Nott e il suo culmine nel trovare Gurdjieff. Include approfondimenti sulla visita di Gurdjieff in America, scene della vita quotidiana allo Chateau Prieuré e sull’incidente d’auto quasi fatale di Gurdjieff che ha portato allo scioglimento dell’ Istituto. Nott è stato autore di un libro di un seguito intitolato Insegnamenti di Gurdjieff: Viaggio di un Allievo attraverso il Mondo che condivide molte delle sue impressioni.

Teachings of Gurdjieff: A Pupil’s Journal

Insegnamenti di Gurdjieff: il diario di un allievo, di Charles Nott

Teachings of Gurdjieff: A Pupil’s Journal

Insegnamenti di Gurdjieff: il diario di un allievo, di Charles Nott

Gurdjieff herald of the coming good

Araldo del Bene in Arrivo, di George Gurdjieff

Araldo del Bene in Arrivo

Araldo del Bene in Arrivo è elencato qui solo come è stato scritto da Gurdjieff. Anche secondo l’opinione dell’autore, è stato pubblicato prematuramente. Il libro è la prima e relativamente breve narrazione di Gurdjieff che riflette il suo entusiasmo iniziale e un po’ ingenuo. Offre informazioni sul periodo della ricerca, oltre a spiegare perché Gurdjieff ha scelto la Russia come destinazione in cui iniziare il suo insegnamento. Gurdjieff successivamente si è pentito di aver pubblicato questo libro e ha scoraggiato i suoi seguaci dal leggerlo.

Gurdjieff herald of the coming good

Araldo del Bene in Arrivo, di George Gurdjieff

Libri di Ouspensky

Peter Ouspensky era già un autore affermato quando incontrò Gurdjieff nel 1915. Gurdjieff lo ha invitato alle sue lezioni introduttive nella speranza di usare il suo aiuto letterario per diffondere il suo insegnamento in Russia. Ouspensky prese nota delle prime lezioni di Gurdjieff e alla fine pubblicò quella che sarebbe diventata la presentazione più nota dell’insegnamento di Gurdjieff: In Search of the Miraculous (elencato sopra).

Ouspensky si è separato da Gurdjieff negli anni ’20 per motivi che spiega in Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto. Tuttavia, ha trascorso gli anni rimanenti della sua vita a insegnare le idee di Gurdjieff, un fatto che ha attirato notevoli critiche da parte di coloro che sono fedeli a Gurdjieff. Un modo in cui Ouspensky ha compensato questa contraddizione è stato affermando apertamente che le idee che ha insegnato non gli appartenevano. Di conseguenza, il suo insegnamento, e i libri che documentano il suo insegnamento, sono caratterizzati da una priorità del messaggio sul messaggero.

Libri di Ouspensky sulla Quarta Via

La Psicologia della Possibile Evoluzione dell’Uomo

Questo libro è una raccolta di cinque lezioni che venivano lette davanti a un pubblico dagli studenti di Ouspensky. Ouspensky avrebbe preso appunti durante queste letture e rivisto il materiale, per un periodo di sei anni, con conseguente esposizione più concisa delle idee psicologiche fondamentali della Quarta Via. Ouspensky ha pubblicato la prima edizione di La Psicologia della Possibile Evoluzione dell’Uomo sulla sua tipografia privata. Il libro è apparso successivamente in diverse altre edizioni, alcune delle quali allegate una trascrizione della riunione alle cinque lezioni.

Vale la pena notare che La Psicologia della Possibile Evoluzione dell’Uomo e Frammenti di un Insegnamento Sconosciuto sono gli unici libri della Quarta Via curati dallo stesso Ouspensky. Il resto dei titoli da lui scritti (elencati di seguito) sono trascrizioni dei suoi incontri, compilati e modificati dai suoi studenti e pubblicati dopo la sua morte.

Ouspensky-psychology-of-mans-possible-evolution

La Psicologia della Possibile Evoluzione dell’Uomo, di Peter Ouspensky

Ouspensky-psychology-of-mans-possible-evolution

La Psicologia della Possibile Evoluzione dell’Uomo, di Peter Ouspensky

Ouspensky the fourth way

La Quarta Via, di Peter Ouspensky

La Quarta Via

Un’esposizione ben indicizzata e accessibile della Quarta Via, presa dalle note di coloro che frequentano le lezioni di Ouspensky. Questo libro elabora in grande dettaglio ciò che La Psicologia della Possibile Evoluzione dell’Uomo delinea. Ogni capitolo è dedicato a una serie di argomenti correlati della Quarta Via, a partire da un’esposizione introduttiva di Ouspensky su quell’argomento e continuando con domande e risposte dai suoi incontri.

L’ultima parte di questo libro include le discussioni di Ouspensky sulla ricorrenza eterna. Questa è la sua esplorazione dell’idea orientale di reincarnazione e il suo tentativo di riconciliarla con la Quarta Via.

Ouspensky the fourth way

La Quarta Via, di Peter Ouspensky

Ouspensky conscience search for truth

Coscienza – La Ricerca della Verità, di Peter Ouspensky

Un’Ulteriore Registrazione

Un’altra esposizione ben indiciata e accessibile della Quarta Via, presa dalle note delle lezioni di Ouspensky. Molto del materiale di questo libro è già presente in La Quarta Via. Alcune discussioni sono presentate esclusivamente qui.

Coscienza – La Ricerca della Verità

Questa raccolta di saggi, basata anche sui discorsi di Ouspensky e sulle risposte alle domande, è incentrata sullo sviluppo della coscienza. Il contrasto tra moralità e coscienza era un’idea a cui Gurdjieff tornò periodicamente.

Ouspensky a further record

Un’Ulteriore Registrazione, di Peter Ouspensky

Ouspensky conscience search for truth

Coscienza – La Ricerca della Verità, di Peter Ouspensky

Ouspensky a further record

Un’Ulteriore Registrazione, di Peter Ouspensky

I libri di Ouspensky prima di aver incontrato Gurdjieff

Anche prima di incontrare Gurdjieff nel 1915, Peter Ouspensky si era già affermato come un importante pensatore e docente sull’occulto a Mosca e San Pietroburgo. È autore di un libro intitolato Tertium Organum che in seguito sarebbe diventato un best seller. Tuttavia, la sua esposizione alle idee di Gurdjieff altera così tanto la sua comprensione, che è stata tracciata una linea chiara tra i libri di cui era autore prima e dopo questo incontro. Di seguito sono riportati due libri del periodo precedente il suo studio sotto Gurdjieff
Ouspensky-tertium-organum

Tertium Organum, di Peter Ouspensky

Tertium Organum

Un’esperienza diretta della mente di Ouspensky, senza l’impronta Gurdjieffiana. Ouspensky commenta sul suo stesso libro: “Ho chiamato il sistema di logica superiore Tertium Organum perché per noi è la terza legge del pensiero dopo Aristotele e Bacone. Il primo era Organon, il secondo Novum Organum. Ma il terzo esisteva prima del primo.” In questo libro, Ouspensky postula la natura del mondo reale al di là dei sensi ordinari, discute l’evoluzione essenziale della coscienza umana e dell’emozione che deve venire prima che il mondo superiore possa essere percepito e compreso, e presenta la “nuova logica” o terminologia che è essenziale per la descrizione della nuova realtà.

Ouspensky-tertium-organum

Tertium Organum, di Peter Ouspensky

Un Nuovo Modello dell’Universo

Ouspensky ha delineato e iniziato questo libro prima di incontrare George Gurdjieff, e lo ha completato dopo che i due si erano separati. Nonostante gli anni con Gurdjieff che è intervenuto tra scrittura e pubblicazione, Ouspensky ha cercato nella sua revisione di mantenere separato ciò che sapeva prima di incontrare il sistema e ciò che ha imparato mentre era al suo interno. Il libro attinge dai suoi viaggi nel vicino e nell’estremo Oriente e offre un metodo psicologico per avvicinarsi alla saggezza delle culture antiche (Tarot, Gotico, Buddismo, Cristianesimo Esoterico, ecc.).

Ouspensky new model of the universe

Un Nuovo Modello dell’Universo, di Peter Ouspensky

Ouspensky new model of the universe

Un Nuovo Modello dell’Universo, di Peter Ouspensky

Altri libri notabili della quarta via

Le idee di Gurdjieff, profonde e radicali così come erano, seminarono naturalmente molti libri e influenzarono molti scrittori. Diversi sono stati studiati per compilare il documentario Seeker of Truth. Tra questi, citati nel documentario, ci sono di Anna Butkovsky-Hewitt con Gurdjieff a St. Pietroburgo e Parigi; di René Zuber Chi sei Monseieur Gurdjieff? ; e La mia vita di Elizabeth Bennett: J.G. Bennett e G.I. Gurdjieff: Un libro di memorie. Gurdjieff: Una Biografia di James Moore è stato consultato per le date e la cronologia degli eventi.

Anche i seguaci di Ouspensky hanno lasciato una significativa eredità letteraria. Il suo studente Rodney Collin ha pubblicato La Teoria dell’Influenza Celeste, La Teoria dell’Armonia Cosciente e La Teoria della Vita Eterna. Maurice Nicoll, un altro studente di Ouspensky, che studiò anche con Gurdjieff allo Château Prieuré, pubblicò cinque volumi di Commentari sull’Insegnamento di Gurdjieff e Ouspensky. Questi sono menzionati nel passaggio come libri di valore al praticante della Quarta Via. Non possono essere classificati come libri su George Gurdjieff. Piuttosto, sono testimonianze dei tentativi del loro autore di continuare la sua eredità.

.
Rimani Informato

Rimani Informato

Continua a leggere:

George Gurdjieff
Part I:
Gurdjieff
Gurdjieff on the Three Brains
Part II:
Teaching
Gurdjieff on the Three Brains
Part III:
School
Gurdjieff on the Three Brains
Part IV:
Initiation
Esotericism shown in a Tibetan Mandala
Part V:
Fourth Way